Himalaya - Salvia Bianca


Himalaya - Salvia Bianca

Disponibile

5,00
IVA inclusa, spese di spedizione escluse


La Salvia bianca (Salvia apiana) cresce negli Stati Uniti e nel Messico, soprattutto nei deserti Mojave e Sonora della California meridionale.

È una pianta perenne sempreverde che sopravvive bene in aree con inverni miti. Ha fogliame cotonoso, bianco e fiori color lavanda pallido. Le foglie giovani hanno colore grigio-verde che diventa bianco alla loro maturazione. Questa pianta può raggiungere un’altezza di 150 cm. Appartiene alla famiglia della menta aromatica (Lamiaceae) e compare spesso come erba ornamentale, medicinale o aromatica in cortili e giardini. Il nome "Salvia" deriva dal termine latino "salvere", salvare.
Essendo una pianta molto profumata attrae bombi, colibrì, vespe e falene, da cui il soprannome “Bee Sage” (Salvia delle api).

Esistono diverse leggende legate alla Salvia bianca. Una narra che, in una tribù di Nativi Americani, ogni anno era usanza fare un'offerta alla Donna "Bisonte Bianco". Tutti portavano doni preziosi. Quando arrivò il turno di una donna molto povera, questa non aveva nulla da donare. La donna allora raccolse alcune erbe che crescevano lungo il sentiero della sua casa e, colma di fede e devozione, le depose come offerta sull'altare. La sua devozione era così pura e sincera che le erbacce, ormai secche, ripresero vita colorandosi d'argento.
Proprietà e usi della Salvia bianca
I Nativi Americani utilizzano il thè di Salvia bianca per aiutare il corpo a depurarsi da qualsiasi malattia e alleviare i sintomi della depressione.
Il fumo della Salvia bianca invece viene utilizzato da millenni dai Nativi Americani per purificare gli ambienti e gli esseri viventi da qualsiasi spirito maligno o energia negativa.
Viene spesso utilizzato per purificare i luoghi, sia prima che dopo una cerimonia. Può essere inoltre usato per purificare stanze ove siano avvenuti eventi negativi (es. un litigio) oppure in ambienti in cui ci si insedia per la prima volta.
In questo caso può essere sufficiente lasciare bruciare un rametto o una foglia di Salvia su un braciere, mentre se si vuole fare una pulizia profonda si può girare intorno alla stanza, soprattutto negli angoli, con una foglia di Salvia accesa. La purificazione è immediata e molto profonda.
A seconda delle tradizioni la Salvia bianca viene bruciata su una conchiglia o raccogliendola in un fascio di piccoli rametti da tenere in mano. Dopo averla accesa bisogna attendere che si formi un po’ di brace prima di spegnere la fiamma e lasciare che le braci emettano il fumo caratteristico.
La Salvia bianca viene usata dalle donne Cahuilla (tribù di Nativi americani stanziati in California), per preparare una tisana per ristabilizzarsi dopo il parto. In altre tribù veniva usata per la preparazione di dolci e preparati energetici.
La Salvia bianca viene accesa, prima dell’apertura di un cerchio sciamanico, per purificare le persone partecipanti, passandola davanti al loro corpo, dai piedi (anche sotto ai piedi) alla testa, mediante l’aiuto di piume per indirizzarne il fumo.
Spesso l'utilizzo dell’incenso di Salvia bianca è accompagnato da una danza a spirale o in cerchio, per purificare le varie direzioni.
Bruciare incenso di Salvia può essere di grande aiuto quando gli ambienti in cui viviamo sono saturi di tensioni, paure, ansie, tristezza, ecc, oppure quando ci sentiamo stanchi, svuotati e nervosi.
La sensazione che si riceve dopo una purificazione con la Salvia, è un grande senso di pace, oltre al piacevole profumo di pulito e fresco che si diffonde negli ambienti.
La Salvia Bianca viene utilizzata anche per favorire la trance sciamanica nelle meditazioni o divinazioni per purificare l'aura.
I Nativi Americani utilizzano la Salvia bianca in associazione alla preghiera per facilitare la guarigione dei malati oltre che per proteggerli dagli spiriti negativi.
 
Come si ottiene lo “Smudge”
Le foglie di Salvia, raggruppate sotto forma di bacchette o bastoncini, sono chiamate "Smudge" (bastoncino).
Lo smudge viene realizzato essiccando le erbe fresche in un luogo buio e secco e, dopo averle legate con uno spago, e lasciate appese per circa una settimana, il bastoncino sarà pronto per l’uso. Lo smudge può essere acceso dando fuoco alla sua sommità appuntita e, non appena inizia a far fumo, spegnendo il fuoco di modo che bruci lentamente.
 
Come utilizzare la Salvia bianca
Esistono diversi modi d’uso della Salvia bianca che hanno effetti diversi, ma sempre profondamente benèfici. Più siamo ricettivi e sensibili, più potremo percepire l’aiuto che dà questa pianta sacra.
 
La Salvia bianca può essere utilizzata per:
  1. Purificare le energie
           Mediante fumigazione
  • Dopo aver acceso lo smudge, se ne indirizzi il fumo tutto attorno al corpo aiutandosi con una piuma (naturale, non sintetica). Bisogna partire dal basso verso l’alto, respirarlo profondamente con il naso quando lo si passa davanti al volto per poi raggiungere infine la sommità del capo. Inoltre accendere uno smudge quando si medita o quando ci si rilassa è un ottimo modo per placare la mente e aprirsi al divino.
  • Passare il fumo lungo tutte le pareti della casa facendo attenzione a non saltare gli spigoli.
  • Gli sciamani usano il fumo della Salvia bianca per purificare i loro oggetti rituali (come ad esempio la pipa). Noi possiamo usarlo per purificare cristalli, così come i nostri amici animali, facendo molta attenzione a non scottarli.

Gli sciamani osservano il fumo rilasciato da uno smudge per riconoscere se c’è energia negativa: se è sottile e delicato (fig. A) significa che l’energia della casa è pulita, mentre se è spesso e ricurvo (fig. B) significa che l’aria è satura di negatività e affinché la Salvia possa ripulire l’aria bisogna mantenerla accesa almeno per un’ora. Poi si riprova il giorno successivo, verificando se l’andamento del fumo è più armonico e delicato.

Secondo Eileen Nauman autrice dell’articolo “Sacred White Sage: A Way to Clear Negativity” (Sacra Salvia bianca: una via per purificare le negatività) una volta acceso, lo smudge non va spento: la Salvia si spegne da sola quando ha finito il suo lavoro di purificazione. Infine, va fatta molta attenzione a non metterla mai a contatto con l’acqua.

Mediante infuso

  • Per fare un infuso di Salvia bianca prendere 3 foglie, sbriciolarle in una tazza, versare acqua bollente e aspettare 10 minuti, filtrare e bere. È ideale quando si ha la febbre, si è di cattivo umore o si sente che c’è qualche negatività che non si riesce a mandare via. L’infuso di Salvia bianca viene usato nelle capanne sudatorie sciamaniche per stimolare la sudorazione e l’espulsione delle tossine.
 
           Mediante bagno
  • Aggiungere 20 grammi di foglie di Salvia bianca (si può triturare uno smudge) nella vasca da bagno piena fino a 2/3 di acqua molto calda. Dopo 5 minuti la Salvia avrà rilasciato le sue sostanze benefiche e sarà possibile aggiungere l’acqua fredda fino al raggiungimento della temperatura desiderata. Per sciogliere tensioni e stress elevati, oltre che per purificare il corpo e l’aura, immergersi nella vasca per almeno 10-15 minuti.
 
      2.  Richiedere protezione
  • Se si vuole rafforzare l’intuito, l’energia personale o schermare le influenze esterne basta portare nella  tasca o nella  borsa alcune  foglie di Salvia bianca. Gli sciamani hanno sempre della Salvia bianca nella loro “medicine bag”.

 
Cosa ne dice la scienza sulla Salvia bianca
Uno studio dell’Università dell’Arizona (1991) ha dimostrato che la Salvia bianca, grazie ai suoi numerosi oli essenziali, ha proprietà antibatteriche, antifungine e antivirali.
I ricercatori del Department of Pharmacy and Pharmacology dell’Università di Witwatersrand, dopo aver trattato una stanza con un’ora di smudging (bruciare erbe medicinali), hanno osservato la riduzione del 94% dei batteri.
È inoltre stata studiata la qualità dell’aria e degli ambienti in rapporto alla presenza di ioni negativi. Questi ioni, che sono naturalmente presenti nell’aria pura in natura, risultano invece assenti negli ambienti urbani. La loro assenza può causare stanchezza, depressione, allergia, asma e indebolimento del sistema immunitario. Ebbene, detto questo, quando viene bruciata la Salvia bianca vengono rilasciati una incredibile quantità di ioni negativi!!!

Cerca anche queste categorie: Himalaya, Profumatori per Ambienti, Incensi, Incensi in Grani/Resine